Ticino, 16 luglio 2018

Zali scrive a Berna: "Nessuna nuova trattativa con l'UE"

Negli scorsi giorni il Presidente del Governo ticinese ha scritto al Consiglio federale per invitarlo a non mettere sul tavolo nuove concessioni nelle trattative con l’Unione europea

Destano infatti forti preoccupazioni le ipotese seconda lo quali Berna intende fare nuove concessioni all’Unione europea sul fronte delle misure di accompagnamento alla libera circolazione delle persone.
Zali ha voluto sottolineare come tali misure sono uno degli elementi indispensabili dell’attuale impostazione della politica svizzera-europa, poiché contribuiscono a gestire gli effetti negativi della libera circolazione dei lavoratori, che tocca in maniera particolare il Ticino.
Il Cantone ha infatti più volte chiesto di rafforzare questi provvedimenti, non certamente di fare nuove concessioni, e questo nell’interesse del nostro mercato del lavoro.

Guarda anche 

Coppa Svizzera: sorteggio clemente per le ticinesi

BERNA - Il sorteggi del secondo turno di Coppa Svizzera è stato clemente con le tre formazioni ticinesi ancora impegnate nella competizione. L’avversario ...
19.08.2018
Sport

Sabato di violenza a Zurigo e Basilea : otto feriti in quattro episodi diversi, soccorsi presi a sassate

È stato un sabato sera decisamente movimentato quello di ieri a Zurigo e Basilea, dove si registrano sei feriti, di cui uno grave, in tre episodi distinti. A Zurig...
19.08.2018
Svizzera

Tutto facile per il Lugano: 4-0 al Dietikon

DIETIKON – Il Lugano approda senza troppi problemi al secondo turno di Coppa Svizzera: i bianconeri, impegnati oggi sul campo del Dietikon (formazione che milita in...
19.08.2018
Sport

Brexit: con il calo della manodopera, le aziende britanniche costrette a aumentare i salari

Secondo un'indagine effettuata su 2000 datori di lavoro e svelata dal giornale britannico Guardian, le aziende britanniche incontrano notevoli difficoltà di...
19.08.2018
Mondo