Svizzera, 22 luglio 2018

Violazioni delle norme salariali, Ticino cantone più colpito

Le autorità svizzere infliggono ogni giorno in media sanzioni a 10 imprese per violazioni delle norme salariali. Lo riporta oggi la NZZ che ha ottenuto una lista delle sanzioni della SECO.

Negli ultimi 5 anni sono state 19'000 le sanzioni inflitte . Fra i cantoni più colpiti figura il canton Ticino con il 27% del totale, seguito da Zurigo e Berna.

Nell'elenco di chi ha violato le normi salariali, che fanno parte delle misure di accompagnamento all'accordo con l'Ue sulla libera circolazione delle persone, figurano in gran parte piccole imprese di una trentina di Paesi, ma anche grosse società come ABB, Lidl, Nokia, Bombardier o Bosch.
Oltre un terzo (il 37%) delle imprese fatte oggetto di sanzioni - si va dalle multe che possono raggiungere i 30mila franchi al divieto di offrire servizi, attualmente imposto a oltre 1'400 ditte - erano tedesche, seguite da italiane e svizzere.

Guarda anche 

Coppa Svizzera: sorteggio clemente per le ticinesi

BERNA - Il sorteggi del secondo turno di Coppa Svizzera è stato clemente con le tre formazioni ticinesi ancora impegnate nella competizione. L’avversario ...
19.08.2018
Sport

Sabato di violenza a Zurigo e Basilea : otto feriti in quattro episodi diversi, soccorsi presi a sassate

È stato un sabato sera decisamente movimentato quello di ieri a Zurigo e Basilea, dove si registrano sei feriti, di cui uno grave, in tre episodi distinti. A Zurig...
19.08.2018
Svizzera

Tutto facile per il Lugano: 4-0 al Dietikon

DIETIKON – Il Lugano approda senza troppi problemi al secondo turno di Coppa Svizzera: i bianconeri, impegnati oggi sul campo del Dietikon (formazione che milita in...
19.08.2018
Sport

Bolt va in Australia per giocare in A-League: “Questa volta faccio sul serio”

SYDNEY (Australia) – Subito grande entusiasmo e una folla numerosa all’aeroporto di Sydney per l’arrivo di Usain Bolt. No, l’ex stella della veloc...
19.08.2018
Sport