Ticino, 02 agosto 2018

Zali: “Centovallina, un treno ogni mezz’ora”

Negli scorsi giorni il Consiglio di Stato, su proposta del Dipartimento del territorio, ha stanziato un credito di 200 mila franchi per la progettazione d’interventi infrastrutturali che porteranno al potenziamento della linea gestita dalle Ferrovie Autolinee Regionali Ticinesi. Le opere previste permetteranno di offrire un servizio con cadenza semi-oraria sulla tratta ferroviaria Locarno - Ponte Brolla - Intragna che consentirà di agevolare il traffico regionale e le coincidenze tra Locarno, Bellinzona e Lugano quando entrerà in servizio la Galleria di base del Ceneri. La decisione del Governo è  in linea con le indicazioni del Programma d’agglomerato del Locarnese di terza generazione, che prevede un incremento dell’attrattività del trasporto pubblico tra il polo di Locarno e le Terre di Pedemonte.

Da Locarno a Lugano in meno di 30 minuti
Il credito per l’elaborazione del progetto di massima di questi interventi è stato deliberato in quanto questo potenziamento presuppone la creazione di un doppio binario ferroviario a Tegna e di un nuovo binario di attestamento a Intragna. Sarà così possibile un migliore incrocio dei convogli che percorrono in entrambi i sensi di marcia la Centovallina fino al confine di Camedo, come pure garantire le coincidenze a Locarno con tutti i treni TILO. Lugano sarà pertanto direttamente raggiungibile da Locarno in meno di mezz’ora attraverso la nuova galleria di base del Ceneri. Per la realizzazione del raddoppio dei binari a Tegna e Intragna - che sottostà all’approvazione dell’Ufficio federale dei trasporti ed è prevista attorno al 2021/2022 - si stima un investimento pari a circa 14,5 milioni di franchi.

Zali:”Miriamo al completo finanziamento del potenziamento della tratta”
“Il potenziamento infrastrutturale della Centovallina rientra nelle richieste d’interventi proposte al Consiglio federale nell’ambito del Programma di sviluppo strategico dell’infrastruttura ferroviaria PROSSIF” – ricorda al proposito il ministro leghista Claudio Zali, precisando che “il Consiglio federale dovrà presentare, entro il prossimo autunno, all’Assemblea federale, la fase di ampliamento del trasporto ferroviario. Qualora il potenziamento della Centovallina non dovesse rientrare nei piani di Berna, il Dipartimento del territorio è intenzionato ugualmente a presentare un messaggio al Gran Consiglio per il completo finanziamento del potenziamento della tratta”.

Guarda anche 

Zali: “Ridiamo dignità ai nostri corsi d’acqua”

Negli scorsi giorni il Consiglio di Stato, su indicazione del Dipartimento del territorio, ha licenziato il messaggio sul “risanamento dei corsi d’acqua influ...
16.08.2018
Ticino

Nuova versione di "Polizia e Territorio", l'applicazione d'informazione per i cittadini

Il Dipartimento del territorio (DT), il Dipartimento delle istituzioni (DI) e la Polizia cantonale comunicano che è ora attiva la versione ottimizzata dell’a...
27.07.2018
Ticino

8,3 milioni per il risanamento della strada cantonale per Gandria

Il tracciato, inserito nei collegamenti sovranazionali come via di comunicazione stradale tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana, negli ultimi anni ha re...
19.07.2018
Ticino

Zali scrive a Berna: "Nessuna nuova trattativa con l'UE"

Destano infatti forti preoccupazioni le ipotese seconda lo quali Berna intende fare nuove concessioni all’Unione europea sul fronte delle misure di accompagnamento ...
16.07.2018
Ticino