Mondo, 20 agosto 2018

Genova, applausi al governo ai funerali di stato "segnale contro la globalizzazione"

Sono nato nel 1983. In questi 35 anni di vita non mi era mai capitato di sentire applausi al governo in occasione di funerali di Stato. Qualcosa sta cambiando, forse. L’attacco del governo contro la religione della privatizzazione e contro gli united colors della cinica mondializzazione è un segnale che non può essere ignorato.


E a cui auspicabilmente deve seguire un potenziamento dello Stato etico, in grado di disciplinare sovranamente il mercato. Come? Allentando i vincoli con l’Unione Europea, ponendo la politica sopra l’economia, il lavoro sopra il capitale, la comunità umana sopra la libera circolazione deregolamentata, modificando il senso comune liberal e cosmopolita in senso nazionale-popolare, socialista e patriottico.


Diego Fusaro / affariitaliani.it 

Guarda anche 

Al pranzo del Papa i migranti clandestini non possono partecipare "per motivi di sicurezza"

Nonostante Papa Bergoglio si sia sempre professato per l'accoglienza dei migranti e per l'immigrazione illimita, « dimenticandosi » allo ste...
18.09.2018
Mondo

A meno di dieci giorni dallo sbarco dall'Africa viene già arrestato per spaccio di droga

C'è chi l'ha definito un record, quello di un cittadino tunisino recentemente giunto in Italia e che è stato trovato in possesso con un quantitativo...
15.09.2018
Mondo

Un Commissario UE vede in Italia "dei piccoli Mussolini", Salvini e Di Maio: "Sciacquati la bocca che tra sei mesi vai a casa"

In una conferenza stampa del 13 settembre, Pierre Moscovici (nella foto), Commissario per gli affari economici dell'UE, ha dichiarato che "oggi c'è un...
15.09.2018
Mondo

La rivelazione: “Balotelli a luglio pesava 100 kg!”

NIZZA (Francia) – La sua prestazione durante la partita giocata dall’Italia venerdì contro la Polonia ha fatto molto discutere, dal momento che Mario B...
12.09.2018
Sport