Mondo, 21 agosto 2018

Dopo l'attacco davanti al parlamento inglese, il sindaco di Londra vuole vietare le auto in città

Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha detto mercoledì che vuole vietare le automobili da alcune aree del centro città in risposta a un presunto attacco terroristico di martedì, quando un immigrato sudanese ha investito 3 persone davanti al parlamento inglese.

 

Khan ha detto alla radio della BBC che rendere certe aree disponibili solo per i pedoni fornirebbe maggiore sicurezza sia ai cittadini che agli edifici nell'area circostante. Ma ha anche detto che la città avrebbe bisogno di assicurarsi che la gente "non perda una cosa importante della nostra democrazia: le persone hanno accesso ai parlamentari, le persone possono fare pressioni sul parlamento e poter venire a visitare il parlamento".

 

"Penso che ci sarebbero molte sfide se dovessimo fare tutto il quadrato. "È una strada transitabile per automobili, veicoli e consegne commerciali che attraversano Londra", ha detto. "Quindi è possibile avere una soluzione progettata ... nel mantenere i nostri edifici e le persone al sicuro come possiamo fare. E anche non perdere ciò che è così meraviglioso nella nostra città che è una democrazia vibrante, le persone possono andare in giro in sicurezza".

 

In relazione all'attacco di martedì scorso, la polizia ha arrestato un cittadino britannico di 29 anni originario del Sudan - che i media britannici hanno identificato come Salih Khater - con l'accusa di aver commesso l'attacco. Khater ha guidato la sua Ford Fiesta da Birmingham a Londra nella tarda notte di lunedì e poco prima dell'attacco ha circolato per l'area di Westminster e Whitehall per circa un'ora e mezza.

 

Le autorità hanno finora fatto irruzione in due proprietà di Birmingham e Nottingham in relazione all'inchiesta, e stanno anche cercando un altro indirizzo a Birmingham.


(Fonte: politico.eu)

Guarda anche 

Il manager straniero pretende di rottamare la nostra democrazia diretta

Ah, questa ci mancava! In un’intervista pubblicata sulla NZZ am Sonntag il presidente del CdA di Novartis, il germanico Jörg Rein...
02.09.2018
Svizzera

"Sì alla democrazia diretta, sì all'autodeterminazione"

La posta in gioco il 25 novembre è enorme. Di fatto, è la questione politica più importante per il nostro paese, chi è chi definisce la legge ...
02.09.2018
Svizzera

Formaggio, Schengen e autodeterminazione: l'assurdo spot dei contrari all'iniziativa contro i giudici stranieri (VIDEO)

Mancano quasi tre mesi alla votazione sull'iniziativa UDC per l'autodeterminazione, anche detta iniziativa contro i giudici stranieri, ma gli oppositori a suddett...
28.08.2018
Svizzera

L'UDC in assemblea, plebiscitata l'autodeterminazione

Si tratta dell voto più importante dal 1992, secondo l'UDC oggi riunito con 400 delegati a Unterägeri (ZG): l'iniziativa per l'autodeterminazione,...
25.08.2018
Svizzera