Sport, 14 settembre 2018

Anti-Putin fece invasione durante la finale del Mondiale: “Lo hanno avvelenato”

La moglie, esponente delle Pussy Riot, ha spiegato che è “ricoverato in gravi condizioni”

MOSCA (Russia) – Quell’invasione di campo travestito da poliziotto, insieme a tre esponenti delle Pussy Riot, durante la finale dei Mondiali, potrebbe costare molto caro a Piotr Verzilov.

L’uomo, infatti, marito e attivista di un’esponente delle Pussy Riot (gruppo musicale anti-Putin) è ricoverato in “gravi condizioni” nel reparto Tossicologia di un ospedale di Mosca, stando a una delle ragazze della band, Veronika Nikulshina.

Stando alla moglie dell’uomo, Nadia Tolokonnikova, inoltre il marito “potrebbe essere stato avvelenato, si è svegliato e non ci vedeva più. Non ci fanno sapere niente”.

Guarda anche 

VIDEO – Ambulanza si blocca in campo, ai giocatori tocca spingerla

RIO DE JANEIRO (Brasile) – L’intervento immediato e repentino dei medici e paramedici, anche su un campo di calcio, può salvare la vita dei calciatori ...
18.09.2018
Sport

Tutti a caccia del Real: riparte la corsa allo scettro d’Europa

NYON – Dopo la festa Real di Kiev, le Merengues sono pronte a mettere sul piatto il loro titolo europeo per dare battaglia a tutte le altre pretendenti a conquistar...
18.09.2018
Sport

“Senza CR7 siamo più squadra”: Bale lancia la frecciatina

MADRID (Spagna) – Nel giorno dei suoi primi gol in maglia juventina, Cristiano Ronaldo ha dovuto incassare la frecciatina del suo ex compagno di squadra al Real Mad...
17.09.2018
Sport

VIDEO – “Un fallo da malati di mente”: il Bayern urla la sua rabbia

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Primo in classifica a punteggio pieno, eppure dalla parti di Monaco di Baviera il cielo è cupo sulla formazione del Bayern: tr...
17.09.2018
Sport