Svizzera, 03 aprile 2024

Un'aggressione sessuale ai danni di una 13enne nei bagni di una scuola sfocia in una denuncia

“Mia figlia di 13 anni è dovuta andare in bagno. Entrò in uno dei cubicoli della scuola e cercò di chiuderlo a chiave. Ma un compagno di classe l'ha seguita, ha aperto la porta e si è chiuso dentro con lei. Lì l'ha costretta a fargli un fellatio", spiega la madre di una studentessa zurighese di 13 anni, la cui testimonianza è stata riportata da “20 minuten”.

Dopo questa presunta violenza sessuale, avvenuta poco prima delle vacanze autunnali del 2023, i due adolescenti di 13 anni sarebbero tornati in classe, mentre la ragazza era in stato di shock. Solo più tardi, parlando con i suoi compagni, ha capito cosa le era successo ed è tornata a casa per raccontare tutto ai suoi genitori. “Ha sofferto moltissimo. Aveva paura e non si sentiva più al sicuro”, continua sua madre.



Due settimane dopo i genitori dell'adolescente hanno sporto denuncia, cosa confermata dal Ministero pubblico di Zurigo. Un'indagine è ancora in corso. In questo contesto, le autorità hanno scoperto che il presunto colpevole aveva precedentemente inviato messaggi all'adolescente chiedendole delle foto. Ma lei si rifiutò di mandarglielo. Poi, altri messaggi sarebbero stati inviati dopo i fatti, per minacciare la vittima di ritorsioni se mai avesse parlato.

Molto turbata, la madre ritiene che la scuola abbia reagito male. Deplora in particolare che l'aggressore, ancora presunto innocente in questa fase, abbia potuto tornare normalmente in classe, dopo le vacanze. "Passa le sue giornate come se niente fosse, mentre mia figlia è in cura psichiatrica dopo i fatti", protesta. Quel che è peggio, è stato addirittura chiesto alla vittima, al termine del suo congedo per malattia, di rientrare in classe. Nonostante tutto, il messaggio della mamma vuole essere positivo: "Anche se è difficile e le vittime di violenza sessuale devono affrontare tante difficoltà: parlatene e chiedete aiuto!"

Guarda anche 

Vive da sola in un appartamento sussidiato di 6 locali e il comune non può sfrattarla

In questi tempi di mancanza di alloggi c'è una persona che non ha problemi di spazio: una pensionata che abita sola a Zurigo in un appartamento di 6 locali fin...
13.04.2024
Svizzera

Va a vivere con l'uomo che aveva accoltellato

Era una relazione a dir poco burrascosa, quella tra due quarantenni zurighesi abituati a discussioni e litigi. Ma una sera di gennaio 2023 il litigio è andato ben ...
12.04.2024
Svizzera

ZSC “hors catégorie”: fermare i Lions sarà una missione impossibile

LUGANO – Già prima che la stagione in corso prendesse il via, ovvero lo scorso settembre, i pronostici vedevano lo Zurigo come chiaro favorito. Troppo comple...
09.04.2024
Sport

L'autore dell'accoltellamento di Zurigo si era radicalizzato in Tunisia

Il presunto autore dell'accoltellamento che lo scorso 2 marzo ha ferito gravemente un ebreo ortodosso a Zurigo si è radicalizzato in Tunisia e su Internet, ha ...
27.03.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto