Mondo, 25 giugno 2024

Assange patteggia con la giustizia Usa ed è libero, ha lasciato il Regno Unito

Julian Assange è “libero” e ha lasciato il Regno Unito in aereo lunedì dopo aver negoziato un accordo di dichiarazione di colpevolezza con la giustizia americana che chiedeva la sua estradizione, ha annunciato la sua organizzazione, WikiLeaks.

Perseguito per aver pubblicato centinaia di migliaia di documenti riservati, questo australiano di 52 anni dovrà comparire mercoledì alle 9:00 ora locale (l'una di notte in Svizzera) davanti al tribunale federale delle Isole Marianne, un territorio degli Stati Uniti nel Pacifico, secondo i documenti giudiziari resi pubblici nella notte dal lunedì al martedì.

"Julian Assange è libero" e ha lasciato il Regno Unito e il carcere di massima sicurezza vicino Londra dove era detenuto dal 2019, per salire su un aereo privato all'aeroporto di Stansted, ha detto poco dopo WikiLeaks, accogliendo con favore la possibilità di ricongiungersi con sua moglie Stella. Assange, e i loro figli, “il risultato di una campagna globale”.



Perseguito a questo punto per "associazione a delinquere finalizzata all'ottenimento e alla divulgazione di informazioni relative alla difesa nazionale", Julian Assange dovrebbe dichiararsi colpevole solo di questa accusa, secondo questi documenti, che citano anche il suo complice, il soldato americano Chelsea Manning, all'origine di questa massiccia fuga di notizie .

Si prevede una condanna a 62 mesi di carcere, già scontati a Londra, che gli permetterebbero di tornare libero nella natia Australia. “Julian è libero!!!”, ha esultato la moglie Stella Assange, esprimendo “immensa gratitudine” a coloro che si sono mobilitati “per anni” affinché la sua liberazione diventasse “una realtà”.

“Sono grata che il calvario di mio figlio stia finalmente giungendo al termine. Ciò dimostra l’importanza e il potere della diplomazia silenziosa”, ha detto sua madre, Christine Assange, in una dichiarazione rilasciata ai media australiani. “Molti hanno sfruttato la situazione di mio figlio per promuovere la propria causa. Quindi sono grata alle persone invisibili e laboriose che hanno messo al primo posto il benessere di Julian”, ha aggiunto.


Guarda anche 

Attentato contro Trump, si dimette la direttrice del Secret Service

La direttrice del Secret Service, sotto accusa dopo l'attentato contro Donald Trump il 13 luglio, si è dimessa martedì, il giorno dopo una tesa audizion...
24.07.2024
Mondo

Sarà Kamala Harris la (probabile) sfidante di Donald Trump

Sarà con tutta probabilità Kamala Harris a essere la candidata del partito democratico alle presidenziali americane del 2024, dopo il ritiro di Joe Biden. L...
23.07.2024
Mondo

Biden molla la presa: si ritira dalla corsa alla Casa Bianca

WASHINGTON (USA) – Tramite un messaggio sul suo account ‘X’, il presidente americano, Joe Biden, ha annunciato il suo ritiro dalla corsa alla Casa Bianc...
21.07.2024
Mondo

Trump alla convention repubblicana a Milwaukee con l'orecchio fasciato: ufficiale la sua candidatura

Donald Trump è riapparso in pubblico per la prima volta lunedì sera dall'attentato di sabato in Pennsylvania. Il candidato alla presidenza del partito r...
17.07.2024
Mondo

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto