Opinioni, 12 gennaio 2020

PLR ancora (e come sempre) contro il Ticino

Come da copione, l’assemblea dei delegati del PLR svizzero tenutasi sabato nel Canton Svitto, ha pronunciato il proprio No bulgaro all’iniziativa “Per un’immigrazione moderata” – quella che porterebbe alla disdetta della libera circolazione delle persone - paventando i soliti, triti scenari catastrofici in caso di approvazione popolare.

Sicché, dopo aver rottamato la preferenza indigena votata dal popolo, il fu partitone insiste nel difendere lindifendibile libera circolazione senza limiti (dichiarazione dell'allora presidente Fulvio Pelli: i nostri giovani potranno andare a lavorare a Milano). In più il PLR vuole pure lo sconcio accordo quadro istituzionale, definito proprio dalla presidenta nazionale Petra Gössi laccordo della ragione, da firmare subito. Al PLR sta dunque benissimo che il Ticino venga quotidianamente
INVASO da 70mila frontalieri che soppiantano i ticinesi sul mercato del lavoro.

Da manuale la sparata, in assemblea, del Consigliere nazionale vallesano Philippe Nantermond secondo cui il Ticino - udite udite - avrebbe beneficiato (?) della prosperità (?) esistente in Svizzera grazie (?) ai bilaterali. Certo, come no! Quali sarebbero questi benefici, soldatino Nantermond? Gli stipendi più bassi della Svizzera? Il dumping salariale? L'esplosione di casi dassistenza? Il raddoppio del numero dei sottoccupati in pochi anni? Il record di fallimenti? Ecco dunque l'ennesima dimostrazione che al PLR dei problemi del Ticino e dei ticinesi importa meno di zero. I liblab pensano solo alle rigonfie saccocce degli imprenditori amici che si ingrassano assumendo stranieri a basso costo a scapito dei lavoratori svizzeri. PF tenere a mente!

Lorenzo Quadri  

Guarda anche 

"Il Consiglio federale introduca una tassa d'entrata per i frontalieri"

Il Consiglio federale dovrebbe introdurre una tassa d'entrata al confine per i veicoli dei lavoratori frontalieri. È quanto chiede una mozione inoltrata oggi d...
17.04.2024
Svizzera

"Anche in Svizzera dovrebbe essere possibile personalizzare le targhe"

Anche in Svizzera dovrebbe essere possibile personalizzare la targa del proprio veicolo, come è già possibile in molti altri paesi. È quanto chiede i...
16.04.2024
Svizzera

"I giudici di Strasburgo fanno attivismo politico-ideologico: la Svizzera disdica la CEDU"

La Svizzera dovrebbe disdire la Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU). È quanto chiede una mozione presentata dal Consigliere nazionale Lorenzo Quadri dop...
15.04.2024
Svizzera

Lugano: chi vuole svendere la Svizzera…

Lugano è la culla della Lega. Qui il Movimento vide la luce nel lontano 1991. Lugano ha una particolarità: tra le 10 principali città svizzere, &egr...
08.04.2024
Ticino

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto