Svizzera, 05 maggio 2022

"Cassis e Amherd sono figure deboli che sono state travolte dalla crisi come palle di neve"

Criticare ad alta voce il vostro datore di lavoro su un treno pieno di pendolari potrebbe non essere la migliore idea, in particolare se siete un ufficiale dell'esercito e il vostro capo è la Consigliera federale Viola Amherd.

Un ufficiale dello stato maggiore dell'esercito potrebbe dover pagare caro un viaggio in treno tra Berna a Zurigo in cui, durante una telefonata, ha parlato apertamente di questioni sensibili dell'esercito svizzero nell'ambito del conflitto in Ucraina.

Allo stesso tempo, avrebbe anche inveito contro il ministro della difesa Viola Amherd e il direttore del DFAE Ignazio Cassis. La sua sfortuna: accanto a lui era seduto un giornalista di CH Media che ha diligentemente preso appunti di quanto sentendo.

Per esempio, l'ufficiale avrebbe spiegato al telefono che il presidente russo Vladimir Putin non era un attore irrazionale dal punto di vista dell'esercito svizzero. Con la strategia fallita di rovesciare rapidamente il presidente ucraino Volodimir Selensky, Putin avrebbe preso "un rischio calcolato" che non ha pagato. Ma secondo "la nostra valutazione Putin è abbastanza capace di adattare la sua strategia alle mutate condizioni", avrebbe detto l'ufficiale al telefono, mentre il giornalista di CH Media annotava il tutto.

L'incauto quadro dell'esercito se l'è poi presa con il ministro della difesa Amherd e il ministro degli esteri Cassis. Li ha descritti entrambi al suo interlocutore come "figure deboli" che "sono finiti travolti come una palla di neve" dalla crisi
e riunirebbero solo un "gabinetto di cucina" intorno a loro e ascolterebbero solo i suoi membri.

In una seconda telefonata, l'ufficiale avrebbe parlato con Christian Lanz, l'addetto alla difesa svizzera a Stoccolma, dei dibattiti in corso in Finlandia e Svezia sull'adesione alla Nato. Sulla questione, ha detto, preparerà un rapporto per il massimo consigliere per la sicurezza della Confederazione, Pälvi Pulli.

L'ufficiale, ora che il contenuto delle telefonate e il modo in cui è stato ottenuto è stato rivelato dalla stampa, rischia grosso. "Se il comportamento descritto è vero, allora ci sono varie violazioni delle regole che sono intollerabili", ha detto il portavoce dell'esercito Daniel Reist, interpellato dal "Blick". "Anche le dichiarazioni negative sui superiori in pubblico da parte dei dipendenti sono inaccettabili".

Un interrogatorio formale dell'ufficiale in questione è stato avviato. Questo sarebbe seguito da un'indagine disciplinare o da misure secondo il diritto del personale, misure che vanno da un avvertimento al licenziamento immediato.

Non è ancora chiaro se il membro dello staff dell'esercito abbia rivelato informazioni classificate, ha detto il portavoce dell'esercito Reist. Tuttavia, l'ordinanza sul personale federale obbliga tutti gli impiegati federali a mantenere il segreto "su questioni professionali e d'affari che per loro natura o in base a disposizioni legali o istruzioni devono essere tenute segrete".

Guarda anche 

La televisione russa prende di mira Viola Amherd, “brutta e corrotta”

L'emittente pubblica russa Pervy Kanal ha pesantemente attaccato la Consigliera federale Viola Amherd. In un servizio andato in onda il 20 maggio, per un'ora inte...
02.06.2024
Svizzera

Una decisione di Cassis suscita collera all'interno del suo dipartimento

La notizia ha avuto l'effetto di una bomba all'interno della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) a Berna: il Dipartimento federale degli affari es...
21.05.2024
Svizzera

In Consiglio federale è battaglia sui 15 miliardi di franchi per esercito e Ucraina

L'argomento che ha più fatto discutere la Berna federale questa settimana è senza dubbio il credito miliardario per esercito e Ucraina. Oltre 15 miliard...
28.04.2024
Svizzera

Per il Consiglio nazionale Viola Amherd è troppo vicina alla NATO

La Commissione per la politica di sicurezza del Consiglio nazionale vuole porre fine all'avvicinamento della consigliera federale Viola Amherd alla NATO. La prevista ...
22.02.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto