Mondo, 09 gennaio 2024

Francia, si dimette la premier Elisabeth Borne

La premier francese Elisabeth Borne ha rassegnato le dimissioni, ne danno notizia i media transalpini, aggiungendo che il presidente Emmanuel Macron le ha accettate, ha annunciato l'Eliseo. Borne e il suo team si occuperanno degli affari quotidiani fino alla nomina del nuovo governo. Nei suoi 20 mesi alla guida del governo francese, la premier si è occupata in particolare della riforma pensionistica molto impopolare e della molto controversa legge sull'immigrazione. Lunedì ha affermato nella sua lettera di dimissioni che è “più necessario che mai portare avanti le riforme”.



La fine del suo mandato era nell'aria negli ultimi giorni, con molti vicini al presidente che puntavano su un vasto rimpasto dopo la sua partenza. L'ex prefetto, 62 anni, è stata la seconda donna a ricoprire la carica di Primo Ministro nella storia della Repubblica francese. Avrà superato di gran lunga il mandato (dieci mesi e diciotto giorni) del suo predecessore Édith Cresson, nominata più di trent'anni fa, nel maggio 1991, da François Mitterrand.

Guarda anche 

Poliziotti francesi multano un ginevrino in Svizzera a causa di un errore di Google Maps

Di fronte alla dogana di Monniaz (Jussy), una siepe condivide la strada omonima. Da un lato c’è la Svizzera, dall'altro la Francia. Giovedì scorso...
29.02.2024
Svizzera

Marine Le Pen in testa nelle intenzioni di voto nelle presidenziali francesi

Secondo un sondaggio pubblicato mercoledì, la leader del Rassemblent national francese Marine Le Pen è in testa alle intenzioni di voto per il primo turno d...
08.02.2024
Mondo

Raffica di dimissioni all'Ufficio federale della cibersicurezza dopo il trasferimento alla difesa

All’inizio del 2024 entrerà in funzione il nuovo Ufficio federale per la cibersicurezza, che prenderà così il posto dell'attuale Centro naz...
08.12.2023
Svizzera

La Francia ignora per la prima volta una sentenza della CEDU per espellere un jihadista

Il governo francese ha ignorato per la prima volta una decisione della Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) e ha deportato nel suo paese d’origine un ci...
04.12.2023
Mondo

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto