Mondo, 25 febbraio 2019

Si presentano dai vicini e chiedono che gli venga dato uno dei loro figli per un sacrificio

Nella notte tra martedì e mercoledì scorso, una famiglia in vacanza a Sète, nel sud della Francia, ha ricevuto una visita quantomeno inquietante dai vicini del piano di sotto. Come riferisce il portale francese "Midi Libre", una coppia che abita in un appartamento al piano inferiore è venuta a chiedere, con una spada tra le mani, che gli fosse dato uno dei due figli della coppia in modo da poter procedere ad un "sacrificio" .

La famiglia ha immediatamente
chiamato la polizia, che ha arrestato la coppia. I due, che sono ospiti regolari di ospedali psichiatrici, sono poi stati rilasciati poco dopo. Al ritorno al proprio domicilio, lei ha dato in escandescenze e ha cominciato a buttare tutto quello che aveva in casa fuori dalla finestra, compreso il porcellino d'india. La polizia è quindi tornata e questa volta ha fatto internare la donna in una struttura psichiatrica. Con il probabile sollievo di vicini di casa e animali da compagnia.

Guarda anche 

A Arbedo-Castione falsificate 48 schede di voto

Sono in tutto 48 le schede falsificate che hanno portato ad annullare le elezioni a Arbedo-Castione la scorsa domenica. Di queste, 26 erano schede di voto per il Municipi...
19.04.2024
Ticino

L'esercito serve vino italiano e un deputato si arrabbia

Lo scorso 30 marzo l'esercito ha organizzato la Festa dei genitori sulla piazza d'armi di Thun, un evento aperto alla popolazione e in cui veniva anche servito de...
19.04.2024
Svizzera

La RSI accusata di fare “sensazionalismo anti-scientifico” in un documentario su Napoli

Non è piaciuto oltreconfine un documentario trasmesso a inizio aprile dalla RSI in cui si mostra Napoli sepolta sotto 30 centimetri di cenere dopo un'eruzione ...
19.04.2024
Ticino

"Il Ministero pubblico conferma: non esiste alcun 'caso Gobbi'"

Il comunicato stampa del Ministero pubblico in cui si annuncia che un ufficiale della Polizia risulta indagato è la dimostrazione che il caso Gobbi non sussiste ed...
19.04.2024
Ticino

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto