Svizzera, 09 febbraio 2024

Una fila di 150 metri per visitare degli appartamenti in affitto

1'488 candidature e una fila di visitatori lunga 150 metri. L'annuncio di 24 appartamenti in affitto nelle vicinanze di Zurigo, e l'incredibile numero di interessati che ha suscitato, mostra quanto sia diventato acuto il problema della penuria di alloggi in Svizzera in generale e in particolare negli agglomerati urbani.

Gli appartamenti in questione, di cui riporta il Blick, si trova nel distretto di Seebach, si trova a mezz'ora dalla stazione centrale di Zurigo con i mezzi pubblici. Il direttore dell'agenzia immobiliare che ha pubblicato l'annuncio si aspettava una tale affluenza. “Già un anno fa cercavamo inquilini per un condominio nelle vicinanze e l’affluenza è stata enorme. Da allora la situazione è ulteriormente peggiorata”, spiega al Blick. Nonostante tutto, rimane impressionato dallo spettacolo. "Abbiamo code come per un concerto di Justin Bieber." Desidera rimanere anonimo. Il suo nome e quello dell'azienda hanno, in realtà, poca importanza.

Minuto dopo minuto, arriva sempre più gente, vede la fila e scuote la testa rassegnata. "Non ho mai visto niente del genere", si sente dire durante una conversazione. Davanti all'ingresso il direttore divide le persone in attesa in tre file. A seconda che si trovino lì per visionare un monolocale, un appartamento di 2,5 locali o di 3,5 locali. Un monolocale di 29,3 metri quadrati costa 1290 franchi. I 2,5 locali da 51 mq sono disponibili a 1700 franchi e i 3,5 locali da 60,7 mq a 2000 franchi. Sono quindi estremamente convenienti per la città di Zurigo.

Un giovane viene allontanato all'ingresso. Ha dimenticato i documenti della domanda con il modulo di registrazione, l'estratto del registro della Procura e il documento d'identità, sebbene l'amministrazione lo abbia sottolineato nei suoi annunci. L'amministrazione riceve migliaia di richieste via e-mail, spiega allo sfortunato il direttore dell'azienda. “C'è chi ci porta dei regali in ufficio, come dei cioccolatini”, dice più tardi il direttore aziendale, che sottolinea l'importanza dell'equità nella selezione.



L'azienda possiede e gestisce più di 1'000 alloggi a Zurigo e dintorni. "Garantiamo la diversità sociale nei nostri complessi residenziali", spiega lo chef. Giovani, anziani, uomini, donne, nazionalità diverse, famiglie: il mix è importante. Anche i beneficiari dell’assistenza sociale hanno una possibilità. "A Seebach ne prendiamo in considerazione uno o due per suddivisione", spiega. Al di là di questo numero il rischio di perdita dell’affitto sarebbe semplicemente troppo alto.

Lo stipendio è un criterio decisivo durante la selezione. A Seebach però chi guadagna particolarmente bene ha anche meno fortuna. Ci sarebbero state ad esempio domande con uno stipendio mensile di 14'000 franchi. Ma con un salario del genere a Zurigo abbiamo molte più alternative rispetto ai salari bassi.

Alla visita del 24 gennaio ne è seguita una seconda. In totale sono state presentate 1488 domande. “Abbiamo quasi perso la testa durante la selezione. Alla fine mi fido del mio istinto”, spiega il direttore dell'agenzia immobiliare. I 24 appartamenti sono stati ora assegnati. Su alcuni volti in coda la frustrazione avrà lasciato il posto a un sorriso. I più fortunati potranno trasferirsi a marzo.

Guarda anche 

Con la tessera del padre facevano finta di essere invalidi per parcheggiare gratis

Probabilmente pensavano di aver trovato il trucco perfetto per risparmiare sui costi di parcheggio e assicurarsi di poter trovare facilmente parcheggi liberi e ben posizi...
22.02.2024
Svizzera

Rischia 320 franchi di multa per aver gettato una scatola di cartone in un cestino

Un cittadino americano che abita nel canton Zurigo rischia di dover pagare caro l'aver gettato una scatola di cartone in un cestino sulla strada. Come riporta il sito...
07.02.2024
Svizzera

Ha dato fuoco a auto di lusso per odio verso la Svizzera, dopo il carcere sarà espulso

Ha dato fuoco a auto di lusso per odio verso la Svizzera e ora dovrà lasciare un paese. L'autore, un cittadino polacco, il 29 marzo dello scorso anno aveva las...
04.02.2024
Svizzera

Zurigo vuole seppellire le sue emissioni di CO2 nei fondali marini

Seppellire le proprie emissioni di CO2 in fondo al mare. L'idea può sembrare folle o quantomeno futuristica, ma è quello che intende fare la città...
01.02.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto