Sport, 25 febbraio 2024

Lugano, 5 passi verso l'obiettivo

E l'Ambrì continua a sognare, a lottare e questa volta ha fatto anche un grande favore ai bianconeri

LUGANO - Alla fine a decidere è stato il rigore di Ruotsalainen e il Lugano colleziona la sua quarta vittoria consecutiva. La classifica sorride, perché il Davos cade in Leventina e il Berna viene fermato in casa dal Ginevra. Avanti così, insomma, playoff diretti più vicini, anche se la prestazione dei bianconeri in quel di Kloten non è certamente da incorniciare. Anzi, se possibile non è stata delle migliori di questo inizio 2024, ad immagine di un power play che grida vendetta (per due volte in 5 contro 3 i ticinesi hanno fatto cilecca!), di alcuni giocatori decisamente sotto tono (Carr in particolare) e di un gioco spesso e volentieri senza idee e mordente. 



Alla fine però che contano sono solo le vittorie e a Kloten è arrivata dopo i rigori e dopo che gli ospiti erano andati sotto a metà ripresa (gol di Diem). Ci ha però pensato Quenneville, seconda rete in due partite!, ad impattare il risultato. Sino alla fine poi poche emozioni, tanti errori sui due fronti e inevitabili rigori. Bravi Koskinen e Ruotsalainen, gli altri bocciati. Da notare infine il brutto infortunio patito da Luca Fazzini: nel primo tempo il bianconero si è scontrato con Marchon ed ha riportato una contusione alla nuca. Il giocatore ha lasciato sofferente il ghiaccio.


Un weekend da 5 punti insomma per i bianconeri, che venerdì con qualche sofferenza in più del dovuto - ma i Tigrotti hanno venduto cara la pelle, visto il loro disperato tentativo di rientrare in corsa per i playin - avevano già superato i Langnau sotto le volte di una Cornèr Arena piena zeppa, festante e rumorosa. Un Lugano che, come dicevamo, deve anche ringraziare l'Ambrì...


Già, l'Ambrì.... che hanno colto una bella vittoria, dopo la sfortunata serata di Losanna. I leventinesi conquistano i tre punti contro il Davos e aumentano il loro vantaggio in classifica sul Langnau (+5). I play-in, insomma, sono più vicini. La squadra di Luca Cereda, costretta a vincere per tenere lontano i Tigers (oggi impegnati contro lo Zugo) sono partiti fortissimi, guidati da De Luca e dalla verve di tutta la squadra, che ha certamente ripreso fiato col rientro di Pestoni, di Zwerger e di Spacek, ieri sera onnipresente.


Per una trentina di minuti il gioco è stato alquanto equilibrato, grazie anche alle parate di Aeschlimann, poi però nel giro di due minuti i biancoblù sono andati in rete con Spacek e Dauphin. A questo punto i grigionesi, che stanno lottando con Lugano, Berna e Ginevra per entrare direttamente nei playoff senza passare per i play-in, hanno ripreso quota e nel terzo periodo hanno ridotto le distanze con Nordström al 46’ e poi nel finale le hanno provate tutte per trovare il pareggio. La pressione ospite non ha però dato i suoi frutti, grazie anche alle belle parate di un intrattabile Juvonen.

Guarda anche 

Il Lugano insiste: la vetta è vicina!

LUGANO - Nono risultato utile consecutivo (8 vittorie ed un pareggio contro la rivelazione Winterthur) e il Lugano si conferma al secondo po...
21.04.2024
Sport

Ladies Lugano, è game over!

LUGANO – Le avvisaglie c’erano, i problemi finanziari erano importanti e si trascinavano da tanto tempo, e alla fine l’Associazione Sportiva Hockey Club...
15.04.2024
Sport

“Entusiasmo e tanta passione ci hanno spinto ai vertici”

AMBRÌ - Christian Agustoni (1977) è figlio d’ arte. Suo papa Marzio è stato per anni bandiera del Lugano: attaccante molto tecnico, b...
18.04.2024
Sport

Lugano da sogno: titolo nel mirino

ZURIGO - Il Lugano ha fatto un ritorno trionfale alla vittoria, sconfiggendo con determinazione il Grasshopper per 1-0 sul terreno degli avv...
14.04.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto