Mondo, 09 aprile 2024

Costrette a togliere il velo dopo l’arresto, musulmane risarcite

La città di New York ha accettato di pagare 17,5 milioni di dollari per risolvere una causa intentata da due donne musulmane che sostenevano che la polizia aveva violato i loro diritti dopo averle arrestate, perchè le hanno costretto a togliersi l'hijab prima di essere fotografate.

I pagamenti ammonteranno a circa 13,1 milioni di dollari al netto delle spese legali e delle spese legali, e potrebbero aumentare se un numero sufficiente degli oltre 3.600 membri aventi diritto presenterà richieste di risarcimento. Ciascun beneficiario verrà pagato tra $ 7'824 e $ 13'125.

L'accordo pone fine a una causa intentata nel 2018 da Jamilla Clark e Arwa Aziz, due donne musulmane che hanno affermato di aver provato vergogna e trauma quando la polizia le ha costrette a rimuovere i loro hijab per le loro foto l'anno precedente rispettivamente a Manhattan e Brooklyn.
Entrambe erano stati arrestate per aver violato gli ordini di protezione che ritenevano falsi. I loro avvocati hanno paragonato la rimozione dell'hijab a una perquisizione.



"Quando mi hanno costretto a togliermi l'hijab, mi sentivo come se fossi nuda", ha detto Clark in una dichiarazione fornita dai suoi avvocati. “Non sono sicura che le parole possano esprimere quanto mi sentissi esposta e violata. “

In risposta alla causa, il Dipartimento di Polizia di New York ha accettato nel 2020 di consentire a uomini e donne di indossare copricapi durante le foto, purché i loro volti siano visibili.

"Questo accordo ha portato a una riforma positiva per il dipartimento di polizia di New York", ha detto Nicholas Paolucci, portavoce del dipartimento legale della città. “L’accordo bilancia attentamente il rispetto del dipartimento per le convinzioni religiose fortemente radicate con l’importante necessità delle forze dell’ordine di scattare foto degli arresti.”

La nuova politica si estende ad altri copricapi religiosi, comprese parrucche e yarmulke indossati dagli ebrei e turbanti indossati dai sikh.

Guarda anche 

Erano andate in Siria per unirsi all'ISIS, condannate (ma niente espulsione)

Il Tribunale penale federale ha condannato giovedì con due pene sospese due sorelle che si erano recate in Siria nel febbraio 2015 per unirsi allo Stato islamico (...
24.05.2024
Svizzera

Un cartellone contro l'estremismo islamico e la sinistra radicale censurato dalle autorità

Un cartellone pubblicitario dei giovani UDC che prende di mira l'estremismo islamico e la sinistra “woke” è stato vietato dalle autorità di ...
12.05.2024
Svizzera

Due sorelle islamiste a processo per aver pianificato un'attentato contro l'ONU

Due sorelle cinquantenni residenti nel canton Vaud saranno processate il ​​7 maggio dal Tribunale penale federale a Bellinzona. Le due sono accusate di aver pianifica...
01.05.2024
Svizzera

Dagli USA miliardi per Ucraina, Israele e Taiwan, "le crisi globali peggioreranno"

Dopo lunghi e difficili negoziati, la Camera dei Rappresentanti USA ha adottato sabato un enorme piano di aiuti per Ucraina, Israele e Taiwan, sostenuto dai parlamentari ...
21.04.2024
Mondo

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto