Sport, 28 gennaio 2024

Lugano a forza 4. Per l'Ambrì 3 punti di cuore

I bianconeri si riscattano del derby perso al supplementare superando il Losanna, Ambrì battuto a Zugo (ai rigori)

LUGANO - Una sconfitta contro il Ginevra con tanto di effetti collaterali preoccupanti (vedi infortuni di Schlegel e Morini) e un derby perso sul filo di lana all’overtime potevano bastare. E così il Lugano ha chiuso la settimana con una corroborante vittoria sul Losanna, che nelle ultime 10 partite aveva vinto 7 volte. Un avversario rognoso, contro cui nei tre precedenti i bianconeri avevano sempre perso. Coach Gianinazzi anche ieri sera ha stravolto la squadra: fuori i deludenti LaLeggia e Ruotsalainen, dentro Quenneville e Kempe, sinora oggetti misteriosi almeno dal profilo realizzativo. Joly è tornato nella linea dei “sogni” con Carr e Thürkauf mentre alla lista degli infortunati si è aggiunto anche Guerra, che ha lasciato il posto a Hausheer. In porta, ovviamente, Koskinen, protagonista suo malgrado della partita di Ambrì la sera precedente. 



Subito si è capito che la squadra di casa non avrebbe fatto ulteriori concessioni: con grande caparbietà si è buttata sugli avversari senza tuttavia trovare la via del gol. Il primo tempo infatti è stato caratterizzato dal nulla di fatto con le due squadre incapaci di pungere. Nella ripresa però le cose sono cambiate e grazie alla prima di rete di Kempe in stagione il Lugano ha segnato il punto del vantaggio. Il momento è quasi da incorniciare perché dopo una trentina di tentativi andati a vuoto, i bianconeri sono riusciti a concretizzare una superiorità numerica. La squadra di Gianinazzi è allora salita in cattedra
e grazie a Joly, a Quenneville e Alatalo ha creato un buco incolmabile per i vodesi. Da notare che l’ex zurighese ha finalmente bucato la rete! Bene. Per il Lugano un ottimo affare: grazie al successo da due punti del Berna, torna quinto in classifica e soprattutto stacca il Ginevra, che ora segue a 6 punti.


Anche se sconfitto, dal canto suo, l’Ambrì Piotta ha chiuso bene il week end. Due overtime contro Lugano e Zugo, una vittoria ed una sconfitta. Con il Langnau che ora è staccato di due punti. Cereda può comunque essere molto soddisfatto: la squadra ha riacquistato forza, coraggio ed energie dopo la serie di sconfitte di settimana scorsa. Ieri sera contro lo Zugo l’Ambrì è stato a lungo in soggezzione ma nel finale ha addirittura rischiato di vincere. Incassata la rete di Michaelis, nel terzo tempo ha girato il match (reti di Spacek, ancora lui, e Kneubühler) ma poi Simion ha pareggiato i conti a meno di due minuti dalla sirena finale. Nel supplementare non è successo nulla mentre ai rigori i locali si sono dimostrati più freddi. Una nota di merito a Juvonen, autore di una bella partita.

Guarda anche 

Ladies Lugano, è game over!

LUGANO – Le avvisaglie c’erano, i problemi finanziari erano importanti e si trascinavano da tanto tempo, e alla fine l’Associazione Sportiva Hockey Club...
15.04.2024
Sport

Lugano da sogno: titolo nel mirino

ZURIGO - Il Lugano ha fatto un ritorno trionfale alla vittoria, sconfiggendo con determinazione il Grasshopper per 1-0 sul terreno degli avv...
14.04.2024
Sport

HCAP, il tifoso si divide

AMBRÌ – Ormai di acqua sotto i ponti ne è passata. La qualificazione ai playin, il doppio derby col Lugano gettato alle ortiche, l’ultimo scontr...
16.04.2024
Sport

HCL, c’è chi si accontenta

LUGANO – Una stagione terminata a gara-7 dei quarti di finale dei playoff, dopo aver gettato alle ortiche una qualificazione alla post season diretta, che avrebbe a...
12.04.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto