Sport, 19 febbraio 2024

Un rosso di troppo e il Lugano si lecca le ferite

L’espulsione di Grgic ha ribaltato la contesa di Ginevra, permettendo al Servette di stanare la resistenza dei bianconeri

GINEVRA – Si sperava, in casa Lugano, che l’effetto Europa si facesse sentire sul Servette, reduce dalla sfida di giovedì sera contro il Ludogorets nei playoff di Conference League, e invece al termine dei 90’ dello Stade de Geneve a piangere sul latte versato sono stati proprio i bianconeri. Sia perché i ginevrini non hanno affatto pagato le fatiche europee, sia perché nel giro di pochi secondi – intorno al 75’ – il match ha cambiato faccia, prima per colpa della traversa colta da pochi passi da Celar, poi per il brutto fallo di Grgic che ha lasciato in 10 i suoi, che di fatto si sono concessi ai padroni di casa abili a ribaltare la contesa e a imporsi per 2-1. 

 
 
Già, perché fin lì la sfida disputata a Ginevra non era stata esattamente spumeggiante, ma i ragazzi di Croci-Torti stavano portando in porto il loro compitino, ovvero contenere i tentativi dei ginevrini senza colpo ferire (e a parte la grande occasione capitata all’accoppiata Antunes-Guillemenot, su cui Saipi era stato superlativo, i padroni di casa avevano costruito poco) e punire gli avversari, come in occasione del perfetto vantaggio firmato da Belhadj all’11’.
 
 
Poi ecco la chiave di volta del match. Se fino al 75’ il Lugano era rimasto sornione in attesa dell’occasione giusta per chiudere la contesa, ecco che la traversa centrata da Celar e l’espulsione del centrocampista bianconero hanno cambiato le carte in tavola. Il Servette dal canto suo è stato bravissimo a cogliere l’occasione al volo per sfruttare prima l’opportunità con Stevanovic e poi con Bolla dal dischetto, il tutto negli ultimi 7’ di partita, rispedendo a casa i bianconeri con una brutta sconfitta sul groppone che rende la classifica a cavallo della fatidica linea altamente ingarbugliata e complicata, visto che Winterthur e Yverdon si stanno facendo minacciose.

Guarda anche 

Ah, la Champions! Quando due giorni ti riconciliano col calcio

LUGANO – Qualcuno, guardando le partite Real Madrid-Manchester City, Arsenal-Bayern Monaco, PSG-Barcellona e/o Atletico Madrid-Borussia Dortmund probabilmente in qu...
11.04.2024
Sport

HCL, c’è chi si accontenta

LUGANO – Una stagione terminata a gara-7 dei quarti di finale dei playoff, dopo aver gettato alle ortiche una qualificazione alla post season diretta, che avrebbe a...
12.04.2024
Sport

Lugano: chi vuole svendere la Svizzera…

Lugano è la culla della Lega. Qui il Movimento vide la luce nel lontano 1991. Lugano ha una particolarità: tra le 10 principali città svizzere, &egr...
08.04.2024
Ticino

“Lugano molto altalenante. HCAP bene, ma i play-in...”

LUGANO - Le 6 domande  1. Come giudica la stagione di HCAP e Lugano? 2. Una valutazione sulla conduzione tecnica 3. Un giudizio sugli stranieri... 4. ...e s...
11.04.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto